Sep 1 / Martina Cogliati

3 buoni motivi per inserire le passioni nel cv

Passioni o non passioni? Questo è il dilemma!
Quando ci occupiamo della stesura del nostro cv ad un certo punto incappiamo nella classica domanda: parlo o non parlo delle mie passioni?
Senza troppi giri di parole, la risposta è sì e con fierezza.
Scopriamo insieme quali sono i 3 vantaggi di rivelare le tue passioni sul cv, al tuo prossimo colloquio di lavoro e perché no, anche per occupare una posizione più gratificante all’interno della stessa azienda.

1. Dicono molto di più e molto altro su di noi

Immagina un ingegnere matematico che ha la passione per il canto e la musica rock.
Giacca e cravatta dal lunedì al venerdì 9-18 e total black con il chiodo quando le luci dell’ufficio si spengono, lasciando posto a quelle dei riflettori.
Agli occhi di un HR tradizionalista la passione dell’ingegnere potrebbe apparire incoerente e compromettente per la sua professionalità. Agli occhi di un selezionatore più preparato apparirebbe invece come una risorsa preziosa e innovativa per l’azienda.
Le passioni rivelano infatti molto di più sulla nostra persona: indicano la nostra capacità di fare la differenza e tutte quelle attitudini su cui le competenze verticali tacciono.
Torniamo al nostro ingegnere. Di sicuro la passione per il canto, lo aiuta ad allenare e potenziare softskill utili anche nel suo lavoro, come: la comunicazione, il public speaking, la collaborazione, la creatività…

2. Ci rendono memorabili

Cosa vi rimane impresso quando leggete il cv su Linkedin di una persona? Tutte quelle cose curiose che fa o che ha fatto e che apparentemente sembrano incoerenti con la sua professione.
Le passioni sono quindi quello che di noi un HR si ricorderà di più, nel bene e nel male, sia chiaro.
È importante però specificare che non basta scrivere la nostra passione sul cv, ma dobbiamo saperla comunicare, cioè darle rilevanza, attraverso parole e immagini adatte.
Solo con quest’accortezza, le passioni possono diventare un ottimo strumento di personal branding.

3. Ci guidano verso scelte felici

Vorresti mai lavorare o restare in un’azienda che non tiene conto di quello che ti anima, ti dà energia e rende felice?
Negli ultimi tempi si parla molto di benessere e le passioni, la possibilità di rivelarle anche sul lavoro, è un fattore che contribuisce alla nostra felicità.
E poi, conviene davvero a un’azienda avere un bravo ingegnere però scontento che appena può cerca di meglio e se ne va?
Il nostro consiglio è di avere coraggio di comunicarti in tutte le tue unicità, varietà e conoscenze. Le tue passioni sanno chi sei, quindi dai loro spazio, assecondale e permettiti così di introdurre più soddisfazione e felicità nella tua vita, privata e professionale.